Genova, la Città dei Bambini trasloca dai Magazzini del Cotone

di Alessandro Bacci

La struttura del Porto Antico non riaprirà a breve, ancora da risolvere i dubbi sulla nuova collocazione

Genova, la Città dei Bambini trasloca dai Magazzini del Cotone

Brutte notizie per la Città dei Bambini di Genova. La riapertura della struttura al Porto Antico sembra allontanarsi dopo la chiusura imposta dalla pandemia. Gli spazi riervati ai bimbi oggi si presentano così, con gli scatoloni imballati che lasciano presagire un trasloco. Lo annuncia sui social Andrea Sessarego, uno degli animatori del Festival della Scienza, la società che gestiva l’area: “In questi mesi in molti avete chiesto quando riapre La città dei bambini e dei ragazzi? Questi sarebbero potuti essere i giorni tanto attesi della riapertura invece, come richiesto, sono i giorni in cui portiamo via le nostre cose. Le situazioni cambiano e si evolvono, specialmente in un periodo così complicato. La speranza è che CDBR riapra in buone mani, che sappiano apprezzarne il valore, come merita. Per quanto mi riguarda, grazie a tutti e a tutte. È stato bello giocare con la scienza insieme a voi! Arrivederci CDBR, Aspettiamo tue notizie”.

Si allontana, dunque, l'ipotesi di una riapertura a breve delal Città dei Bambini, di conseguenza saranno rinviati anche i tanto attesi centri estivi. Resta da capire quale sarà il futuro della struttura, che probabilmente cambierà location. Pochi mesi fa il sindaco Marco Bucci aveva liquidiato le polemiche: "Abbiamo ricevuto delle richieste per la Città dei Bambini, per farla ancora più bella in un'altra area del Porto Antico. Questa zona, anche grazie al nuovo Waterfront di Levante, sta diventando sempre più grande, per cui abbiamo molte possibilità. Se si sposta una cosa da A a B non è un problema; di certo non si parla né di riduzione di spazi, né di stop agli investimenti, né di mancanza di interesse per queste attività fondamentali".