Condividi:


Genova, in un'ordinanza nuove misure per le navi che attraccano al porto

di Edoardo Cozza

Nelle zone Calata Sanità, Ponte Idroscalo ponente, Ponte Etiopia ponente e Bacino di Prà. L'ammiraglio Carlone: "È la conclusione di un lungo percorso"

La capitaneria di porto di Genova ha emesso nella serata di martedì 1° giugno un'ordinanza che stabilisce nuove misure per le navi che attraccano in alcune specifiche parti del porto di Genova: Calata Sanità, Ponte Idroscalo ponente, Ponte Etiopia ponente e Bacino di Prà. 

Il direttore marittimo del capoluogo ligure, l'ammiraglio Nicola Carlone, ha precisato: "L'ordinanza non è una novità, non apriamo a nuove misure e dimensioni: è il termine di un percorso iniziato da qualche tempo. Abbiamo fatto simulazioni sulle unità, poi abbiamo sperimentato la manovra coi capipilota e i vice e poi quando tutto il corpo piloti ha avuto esperienza con queste dimensioni abbiamo sdoganato e sono diventate manovre ordinarie: questa ordinanza disciplina il percorso delle navi più grandi"