Genova, condannato all'ergastolo l'uomo che uccise a coltellate Clara Ceccarelli

di Redazione

 L'aggressione era avvenuta poco prima della chiusura del negozio di pantofole della vittima in via Colombo

Genova, condannato all'ergastolo l'uomo che uccise a coltellate Clara Ceccarelli

È stato condannato all'ergastolo Renato Scapusi, l'uomo di 59 anni che a febbraio di un anno fa uccise con numerose coltellate la ex compagna Clara Ceccarelli in pieno centro a Genova. 

La Corte d'Assise lo ha quindi condannato all'ergastolo come aveva chiesto il pubblico ministero Giovanni Arena.
   L'aggressione era avvenuta poco prima della chiusura del negozio di pantofole della vittima in via Colombo. La donna, 69 anni, lo aveva lasciato a causa dei problemi di ludopatia di lui. Quella sera dopo averla uccisa l'uomo era scappato ed era stato rintracciato dalle Volanti e dalla squadra mobile vicino l'ospedale Galliera mentre cercava di suicidarsi.

Anche dentro il carecere di Marassi Scapusi aveva tentato di togliersi la vita provando a soffocarsi inserendo nella bocca un paio di calzini e una mascherina chirurgica e stringendosi al collo un laccio. Era successo nel settembre dello scorso anno.