Condividi:


Genova, "Caro Nicola ti scrivo..." Lettera aperta di Padolfo al dimissionario Zingaretti

di Antonella Ginocchio

Il segretario provnciale di Genova del Pd: "Ti capisco, ma devi rimanere e continuare il tuo mandato"

Alberto Pandolfo, segretario provinciale del Pd di Genova, negli studi di Telenord parla della lettera aperta che ha indirizzato a Nicola Zingaretti. Quest'ultimo, com'è noto, ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di segretario nazionale, usando parole forti: "Mi vergogno che nel Pd  da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie", ha scritto in un post su Facebook.

"Il post di Nicola Zingaretti, il nostro segretario, ha suscitato anche in me un sentimento di solidarietà e vicinanza, infatti gli ho scritto subito una lettera aperta", ha detto Pandolfo che nella missiva scrive: "Caro Nicola  da Segretario a Segretario sono con te. Sono solidale e ti capisco, è più che comprensibile il tuo sfogo, ma devi rimanere e continuare il mandato con la rinnovata fiducia dell'Assemblea nazionale che è già convocata il 13 e il 14 marzo". E ancora. "Io, come componente eletto, mi dichiaro fin da ora pronto ad alzare la delega, per far sì che tu possa continuare a essere il Segretario nazionale del PD.E' molto grave ciò che è accaduto in questi giorni, gli attacchi finalizzati a delegittimare il tuo ruolo da Segretario sono inaccettabili in un momento così drammatico per il Paese. La nostra attenzione come Partito e la nostra missione nel governo Draghi devono essere completamente concentrate sulla crisi sanitaria ed economica". Pandolfo conclude così la sua missiva. "Sono sicuro che in Assemblea, a respingere le tue dimissioni e a rinnovare il tuo mandato, saremo in tanti.

A Telenord il segretario Pandolfo ha puntualizzato: " Un gesto che io credo debba essere ritirato perchè Nicola Zingaretti è da 2 anni segretario e ha condotto in acque complicate il Partito democratico, anche nella difficile vicenda della pandemia. Credo davvero che non meritasse un trattamento come quello che ha ricevuto nelle ultime settimane, soprattutto da un correntismo esagerato che miete vittime non solo a Roma, ma anche a livello locale".

Pandolfo ha ricordato che a livello nazionale è già convocata un' Assemblea Nazionale del Partito Democratico il 12 e 13 di Marzo, che vedrà il confronto di mille delegati e tra questi c'è anche lo stesso segretario genovese. E anche in quella occasione l'esponebnte genovese del Pd intende chiedere a Zingaretti di restare. "E' questo il mandato ricevuto dal territorio, come mi è stato scritto da più parti".

Pandolfo eslcude, comunque, che le dimissii di Zingaretti possano metter in disucussione la posizione del Pd nell'attuale governo. 

A livello genovese Pandolfo ricorda di avere messo a disposizone il suo mandato (non si palra di dimissioni) e di aver aperto una conferenza programamtica, con diversi tavoli, anche in vista delle prossime consultazioni elettorali amministrative.