Genova, campagna Asef: dipendenti e atleti in campo per unire i valori del lavoro a quelli dello sport

di Redazione

I lavoratori dell'azienda e i giocatori del Cus Genova e dell'Asd Bogliasco 1951 insieme per sensibilizzare l'opinione pubblica

Genova, campagna Asef: dipendenti e atleti in campo per unire i valori del lavoro a quelli dello sport

In azienda come nello spogliatoio. I dipendenti di Asef, la società partecipata del Comune di Genova specializzata in trasporti e onoranze funebri, e gli atleti del Cus Genova e dell'Asd Bogliasco 1951 scendono in campo insieme in una campagna in cui lo scopo pubblicitario si fonde con quello sociale, con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sui valori comuni di lavoro e sport.

"Nella promozione della cultura e dei valori dello sport, fondamentali fattori educativi e di importanza sociale", si legge sul manifesto. Tutto ciò sotto il segno del brand ormai consolidato di "Asef per lo sport" che da un triennio definisce buona parte dell'attività sociale svolta dalla partecipata, con sponsorizzazioni di piccole e grandi società sportive di diversi settori, e l'installazione di strutture pubbliche per l'accesso gratuito all'attività fisica. Quattro i manifesti che da oggi campeggiano sui muri cittadini dei quartieri del centro e del levante genovese e su quelli del comune di Bogliasco.

"Da anni l'azienda è impegnata in attività sociali e socioculturali. In particolare condividiamo, a vari livelli, la convinzione che lo sport sia una delle pratiche che maggiormente trasmetta valori assimilabili a quelli di un ambiente lavorativo sano e produttivo: gioco di squadra, lealtà, spinta verso un obiettivo comune. In una parola: etica. Questi stessi valori sono quelli che intendiamo trasmettere ai nostri concittadini, attraverso questa nuova campagna", dice l'amministratore unico di Asef Maurizio Barabino.