Liguria, Agata: "Da ottobre a Natale eventi e promozione mirata per un turismo destagionalizzato"

di Marco Innocenti

Così il direttore dell'azienda speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria: "Servono anche momenti di riflessione e programmazione"

Liguria, Agata: "Da ottobre a Natale eventi e promozione mirata per un turismo destagionalizzato"

Turismo destagionalizzato ma riuscendo sempre a ritagliare e a dare importanza a quei momenti di riflessione che, nell'arco dell'anno, devono permettere la necessaria programmazione degli interventi da effettuare. Ne è convinto Ilario Agata, direttore dell'azienda speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria, che è intervenuto alla tavola rotonda organizzata da Telenord "La Liguria, meta ideale per un turismo invernale di eccellenza": "Abbiamo dei dati importanti sulla primavera-estate 2021 - ha spiegato Agata - Adesso si tratta di programmare i progetti per i prossimi mesi ed allungare la stagione turistica, con una ricetta condivisa da tutti noi. Oltre al prodotto maturo della balneazione, possiamo sfruttare una rete sentieristica per biking e trekking, l'enogastronomia, alcuni borghi importantissimi. Si tratta di traslarli attraverso la progettazione in quel periodo dell'anno in cui viene meno la balneazione per motivi climatici. E' questa la cosa più importante da fare".

"In Liguria dobbiamo rafforzare, con eventi e promozione ad hoc, il periodo che va da ottobre alle vacanze di Natale - ha aggiunto - Dopodiché deve subito dopo esserci, da gennaio e per un mese circa, un momento di riflessione e programmazione perché inseguire la destagionalizzazione totale diventa difficile. C'è un periodo fisiologico, non solo di riposo ma anche di programmazione per la stagione imminente".