Genoa, Scamacca commenta la follia del padre: "La mia famiglia sono mia madre e mia sorella"

di Gregorio Spigno

L'attaccante rossoblù ha aggiunto: "Per me è doloroso parlarne. Con mio padre solo rapporti saltuari"

Genoa, Scamacca commenta la follia del padre: "La mia famiglia sono mia madre e mia sorella"

Dopo la follia del padre di Scamacca, avvenuta nella giornata di ieri, il figlio Gianluca ha commentato l'accaduto alla Gazzetta dello Sport.

"Sono rimasto molto scosso da tutto ciò che è successo e ho letto - ha raccontato il numero 9 del Genoa -. Davvero non so spiegarmelo: per me è doloroso parlarne, ma forse necessario. Mio padre da molto tempo non vive con mia madre, non sono divorziati perché non si sono mai sposati. Io sono cresciuto con mia madre e mia sorella. Sono loro la mia famiglia".

"Abbiamo rapporti solo saltuari - ha proseguito l'attaccante di proprietà del Sassuolo -. Ma è una storia familiare che preferisco tenere per me. Chiedo rispetto della mia privacy. Mio padre non ha mai avuto a che fare con la gestione della mia carriera, tantomeno negli ultimi anni".

"Sono molto dispiaciuto e scosso per l'accaduto, ma ho rapporti talmente saltuari con mio padre da non sapere cosa altro poter dire".