Condividi:


Genoa-Sampdoria 0-1, Gabbiadini colora Genova di blucerchiato

di Alessandro Bacci

Una fiammata dell’attaccante decide un match fisico e di poca qualità

La Sampdoria vince il derby della Lanterna numero 119. Una partita brutta dagli scarsi contenuti tecnici ma estremamente importante per i blucerchiati. Il Genoa ne esce con le ossa rotte e sempre più in zona retrocessione. Una partita decisa da una fiammata di Gabbiadini entrato nel finale su intuizione di Ranieri. 

Nel primo tempo la Sampdoria parte meglio ma senza fare male al Grifone. Con il passare dei minuti il Genoa cresce ma entrambe le squadre non riescono a concludere in alcun modo. Nei primi 45 minuti l'unica 'emozione' da segnalare è un'uscita a vuoto di Audero su un traversone dei rossoblu. Nel mezzo tanti falli anche al limite del regolamento. Fa discutere il dito nell'occhio rifilato da Romero a Quagliarella. Il Var non interviene. Ranieri perde Ekdal per infortunio e decide di inserire Murillo riportando Thorsby a centrocampo.

La ripresa si apre sulla falsa riga del primo tempo. Due squadre con poche idee e molto aggressive. Ramírez prova una serpentina in area avversaria e va a terra. L'arbitro fischia e ammonisce il giocatore per simulazione. Thiago Motta cerca la scossa inserendo Jagiello e Ankersen per Schone e Pajac. Claudio Ranieri risponde inserendo Gabbiadini e Caprari per Ramírez e Quagliarella. Al 37' della ripresa Ferrari sbrigo la un pallone e lancia Sanabria in porta. Il paraguaiano sciupa tutto consegnando il pallone alla difesa blucerchiata. Al 39' la Sud esplode. Linetty recupera un pallone a centrocampo e serve Gabbiadini. L'attaccante di prima intenzione spara un rasoterra alla destra di Radu. È 1-0 e delirio blucerchiato. Nel finale il Grifone non riesce a pungere la Samp. Il derby è ancora blucerchiato.