Condividi:


Genoa, Preziosi: "Cedere? Magari, farei felici i tifosi e me stesso"

di Redazione

Il presidente. "Non mi sarei mai aspettato un campionato così"

C'era anche Enrico Preziosi a Milano all'evento benefico “United for the heart”. Una serata in cui il presidente del Genoa ha fatto anche il punto sulle tante questioni legate alla società e alla squadra. Preziosi è partito da un bilancio su questa prima parte di stagione: “Ai tifosi non posso dire nulla. Il bilancio in questa stagione finora è negativo, non mi sarei mai aspettato di fare un campionato così. Affronteremo anche questo, sperando di venirne fuori – ha proseguito -. Nicola ha già dato abbastanza, i valori ci sono e confido molto che escano."

Un giudizio sul mercato? "Quando siamo partiti a giugno tutti ci premiavano per il mercato, poi è andata come è andata. Ora abbiamo lavorato in sintonia con il mister per i giocatori. È una mia delusione mia personale, che stanno vivendo tutti i tifosi, ai quali io porto sempre rispetto nonostante qualcuno non lo faccia con me. È andata così, vedremo di venirne fuori al meglio”.

Ci sono possibilità di cessione per il Genoa? "Forse nessuno si accorge che certe società o non sono appetibili o sono appetibili solo in una certa area regionale, al di fuori della quale non c’è interesse. Magari ci fosse interesse, farei felici molti tifosi del Genoa, sarei felice anche io”. 

Cosa è successo con Iturbe? "Ero in Germania, evidentemente c’è stato qualche problema. C’era qualcosa che non aveva superato e noi non volevamo avere responsabilità. Era un malanno che si porta avanti da tanto. Iturbe l’ho inseguito a lungo, ma se il dottore dice ho qualche riserva, mi dispiace moltissimo".

"Thiago Motta? Farà una carriera importantissima, forse ho sbagliato io a prenderlo in un momento di difficoltà. Devo ringraziarlo per lavoro che ha fatto e per il modo. Oltretutto, ha rinunciato a due anni di contratto senza pretendere un centesimo, fa capire grandezza quest’uomo. Criscito? In questo momento abbiamo bisogno di positività e attaccamento, ha voluto rimanere perché ha considerato amore per il Genoa, noi siamo felici", ha concluso Preziosi.