Genoa, Zangrillo: "Il primo obiettivo è mantenere la categoria, poi diventare un modello da seguire"

di Maria Grazia Barile

Il presidente rossoblù: "Mi sento di prometterlo ai tifosi, con Spors siamo usciti da un perimetro provinciale per entrare in uno europeo"

Genoa, Zangrillo: "Il primo obiettivo è mantenere la categoria, poi diventare un modello da seguire"

Lunga intervista del presidente del Genoa Alberto Zangrillo al Magazine della Gazzetta dello Sport: "Credo che come presidente non avere sempre la sciarpa al collo, ma il cuore gonfio di passione sia estremamente importante, ti qualifica, perché in quel momento avverti il senso di responsabilità anche nei confronti delle istituzioni. Il Genoa deve tornare ad essere seguìto. La curiosità scaturita dal fatto che abbiamo identificato un giovane general manager dal profilo internazionale, Johannes Spors, è straordinaria. Siamo usciti da un perimetro provinciale per entrare in uno europeo. E poi c’è il bellissimo rapporto con l’ingegner Blazquez, il manager di 777 Partners ,punto di riferimento e uomo di grande competenza e cultura, non solo calcistica".

Zangrillo ha parlato dei programmi societari: "La squadra fatica ad essere competitiva in questo campionato, per cui il primo obiettivo è quello di mantenere la categoria. Dopo il derby, che ha rappresentato come tutti i derby persi una dolorosissima ferita, da subito parlando con Josh Wander abbiamo condiviso il fatto che quello fosse comunque un giorno straordinariamente importante, in cui abbiamo presentato un general manager con caratteristiche di modernità. Quando parti con un progetto importante, devi prima di tutto preoccuparti di avere tutte le leve per perseguire i tuoi obiettivi. Il primo è mantenere la categoria. Questo mi sento di prometterlo ai tifosi senza pensare di essere un imbonitore. Però contemporaneamente si stanno facendo tante cose per creare un contesto che sarà un modello da seguire».