Genoa, il Guardian alla scoperta del gioco di Blessin

di Redazione

Lunga analisi delle caratteristiche della squadra rossoblù e di quella del suo allenatore. "L'impatto sulla squadra non si può nascondere, ma adesso deve vincere"

Genoa, il Guardian alla scoperta del gioco di Blessin

Il Genoa di Alexander Blessin sotto la lente di ingrandimento del "The Guardian". Il giornale inglese analizza il primo periodo dell'allenatore tedesco alla guida dei rossoblù in un lungo articolo, ricco di dati e di statistiche, a firma Nicki Bandini. Il bilancio che ne viene fuori è assolutamente lusinghiero.

Il giornale fa notare che presentandosi al nuovo club Blessin aveva parlato di due tipi di pressing, uno più individuale e uno di squadra, e che secondo le statistiche per ora avrebbe funzionato meglio questo.

"Sette partite, sette pareggi. Non male per una squadra che si trovava in una condizione di classifica disperata" riconosce il Guardian, che tuttavia fa rilevare anche l'altra faccia della medaglia. "Il calcio italiano non è più da tempo difensivista, solo in Germania si segnano più gol a partita - ricorda - ed è per questo che i problemi manifestati in attacco pesano in maniera considerevole sul tentativo di rimonta, che non è facile".

Il giornale ricorda anche che il tecnico, ad un passo nella primavera 2021 dal trasferirsi allo Sheffield United (le restrizioni per la pandemia pesarono sull'esito della trattativa) è già diventato un idolo dei tifosi, e questo potrebbe essergli d'aiuto in un compito per niente facile. "La barca traballante è stata resa stabile - conclude l'articolo - ma il tempo corre e non mé è rimasto più tanto per tentare di evitare la retrocessione".