Genoa e Sampdoria, i giocatori uniti dall'hashtag #blackouttuesday

di Alessandro Bacci

Il mondo del calcio si unisce in un martedì di protesta per la morte di George Floyd

Genoa e Sampdoria, i giocatori uniti dall'hashtag #blackouttuesday

#blackouttuesday: è l'hashtag che sta spopolando sui social in queste ore anche nel mondo del calcio. L'iniziativa è nata con lo scopo di effetuare una protesta silenziosa e una riflessione sul tema del razzismo, dopo il caso George Floyd. Una serie di schermi neri sta popolando Instagram e Twitter. In tantissimi ne hanno già preso parte. La Sampdoria ha addirittura modificato il proprio stemma con un baciccia circondato dal nero e non dai classici colori blucerchiati.

Ma anche i giocatori delle due squadre si sono mobilitati. Fabio Quagliarella ha pubblicato uno sfondo nero accompagnato dal'hashtag #blackouttuesday. Sulla stessa scia anche i suoi compagni di squadra, da Fabio Depaoli, Bertolacci, Colley, Ronaldo Vieira, Leris e molti altri.

Anche in casa Genoa è arrivata la solidarietà nei confonti dell'iniziativa. Il capitano Mimmo Criscito ha pubblicato una foto che rappresenta una stretta di mano tra un giocatore bianco e uno nero. E sulla stessa scia gli altri compagni: da Pinamonti ad Ankersen, passando per Soumaouro e tanti altri.

Tantissimi hanno preso parte alla protesta silenziosa rilanciando, oltre all'hashtag, il movimento Black Lives Matter ("le vite nere contano"), nato nel 2013 in America e impegnato nella lotta contro la discriminazione razziale.