Gabriel ha fretta e nasce in ambulanza, lieto evento al casello di Lavagna

di Michele Varì

La mamma, 26 anni, di Rapallo, era alla scadenza della gravidanza

Gabriel ha fretta e nasce in ambulanza, lieto evento al casello di Lavagna

Gabriel, uno splendido bimbo con già la fretta addosso, non ha concesso alla giovane mamma, ventuno anni appena, neppure il tempo di percorrere quei pochi chilometri che separano Rapallo da Lavagna: al casello della A12, a poche centinaia di metri dall'ospedale, il piccolo è nato, un vagito ha rotto la tensione e fatto calare la tensione a bordo dell'ambulanza, piccolo e mamma stanno bene. Il parto, in fondo, è un evento naturale.
Il lieto evento a bordo di un'ambulanza è avvenuto alle 21.15 di ieri sera su una vettura dei Volontari del Soccorso di Sant'Anna di Rapallo: i tre militi di turno quando hanno appreso dell'emergenza di una donna in stato di gravidanza allo scadere del termine dei nove mesi non hanno perso tempo. Giunti in via Mameli, nel centro di Rapallo, hanno caricato la donna, appena ventunenne e già mamma di un figlio e ingranato la marcia verso Lavagna: ma Gabriel non ha voluto aspettare ed è nato prima, è venuto alla luce grazie all'intervento del medico e dell'infermire del 118 del Tigullio che dopo avere intercettato l'ambulanza vi sono saliti a bordo supportando e completando l'assistenza avviata dai militi. 

Alla fine, dopo il vagito, tutti felici e commossi: i tre volontari (Nicoló Antonini, Gaia Morello, Guido Vallebella), medico, mamma e papà, che ha seguito l'ambulanza con il cuore in gola a bordo della sua auto.
Al ritorno in sede i volontari del soccorso hanno immortalato l'evento con foto ricordo, quasi un selfie con un nastro azzurro, dedicato al piccolo Gabriel e alla sua giovanissima mamma.