Firmato nuovo contratto dei medici. Era atteso da 10 anni

di Eva Perasso

Coinvolti 130mila professionisti in Italia. Aumento di 200 euro, ma anche di indennità e salario minimo in ingresso

Firmato nuovo contratto dei medici. Era atteso da 10 anni

È stato appena firmato all'Aran il rinnovo del contratto dei medici e dirigenti del servizio sanitario nazionale, dopo un'attesa di 10 anni. Il contratto riguarda circa 130mila professionisti della sanità e prevede un aumento medio pro capite di 200 euro al mese. Per i giovani neoassunti la retribuzione di posizione minima è di 1.500 euro annui da subito.

Tra le altre novità del contratto, sono state aumentate le indennità di guardia notturna da 50 a 100 euro, fino a 120 euro per chi lavora nei pronto soccorso. Inoltre, chi ha più di 62 anni, può chiedere di essere esonerato dalle guardie. Viene pure istituito un organismo paritetico, nuovo strumento di relazioni sindacali, con l'obiettivo di mettere al centro il benessere dei lavoratori, come sulle questioni di salute e sicurezza, a partire dal tema dell'emergenza aggressioni al personale sanitario.