Sabato, 20 luglio 2019  

Fincantieri, pronti a partire i lavori per il ribaltamento a mare

Rebus per l'utilizzo dei detriti del Morandi: indagini ancora in corso
2019-07-08T18:00:23+00:00

“Auspichiamo al più presto la ‘luce verde’ sull’analisi dei materiali del vecchio ponte Morandi affinché le macerie possano essere utilizzate nella fase di riempimento nei lavori per ‘ribaltare’ a mare (ampliare ndr) lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente”. E’ l’obiettivo indicato dall’assessore regionale ligure allo Sviluppo economico Andrea Benveduti che ha partecipato a un tavolo tecnico sul tema. “Stiamo lavorando per far partire la prima fase della realizzazione del tanto atteso ribaltamento a mare di Fincantieri – spiega -. L’obiettivo è dare piena operatività al sito entro il 2024, data per la quale Fincantieri ha già commesse per navi da 180 mila tonnellate di stazza”.

I tecnici stanno analizzando i detriti per capire se sono contaminati da sostanze nocive o se possano essere utilizzati per altri lavori, in questo caso i riempimenti di spazi a mare. I lavori potrebbero partire già entro la fine dell’anno.

TELENORD