L'ex gangster ottiene un permesso premio per vedere il Genoa

di Redazione

Il magistrato ha spiegato che "lo stadio rappresenta un motivo di reinserimento sociale"

L'ex gangster ottiene un permesso premio per vedere il Genoa

Si chiama Luigi Aversano, ha 66 anni, e tra gli anni '70 e '80 è stato un gangster coinvolto in omicidi e sequestri di persone con le bande di Cesare Chiti e Marietto Rossi. Oggi è stato affidato ai servizi sociali dove sta scontando gli ultimi sei mesi di carcere dopo una condanna per spaccio. Grandissimo tifoso del Genoa, Aversano ha ottenuto un permesso premio senza precedenti. Solitamente il suo orario di rientro in carcere è alle ore 21 ma i giudici del tribunale di sorveglianza gli hanno concesso di tornare alle ore 23 quando il suo Genoa giocherà in casa. Il magistrato ha spiegato che "la possibilità di recarsi allo stadio nelle ore serali rappresenta un motivo di reinserimento sociale". Dopo il passato da gangster Aversano era stato nuovamente arrestato nel 2006 per furto. Nella sua lunga storia criminale era stato anche indagato per favoreggiamento nell'assalto ai carabinieri durante l'evasione di Chiti del 27 ottobre 1977.