Emilia Romagna, la tangenziale sud di Formigine è realtà

di Edoardo Cozza

Si tratta di un collegamento diretto tra la superstrada Modena-Sassuolo e la zona industriale

Emilia Romagna, la tangenziale sud di Formigine è realtà

È stata inaugurata la Tangenziale sud di Formigine, in provincia di Modena, il collegamento diretto tra la superstrada Modena-Sassuolo (SS 724), via Giardini e le aree artigianali a sud del Comune. Alla cerimonia inaugurale erano presenti anche il presidente della Regione e il sindaco del Comune di Formigine.

Realizzata dal Comune e finanziata con 5,4 milioni di euro di fondi comunitari per lo Sviluppo e la Coesione (Fsc 2014-2020) nell’ambito della programmazione delle risorse europee della Regione Emilia-Romagna, la nuova infrastruttura sposterà dal centro abitato il consistente flusso di mezzi pesanti diretti all’area industriale che fino ad oggi circolavano prevalentemente nel centro abitato del paese.

Un’opera strategica che, riducendo la congestione stradale, andrà a migliorare la viabilità urbana, la sicurezza stradale e la qualità dell’aria con notevoli benefici per chi si sposta e vive nella zona.

Il Comune di Formigine, infatti, confina a sud con i Comuni (Sassuolo Fiorano e Maranello) del ‘Distretto ceramico’ e a nord con Modena, su un territorio che funge da cerniera tra queste aree, a forte vocazione industriale e attraversato da importanti arterie stradali che garantiscono collegamenti lungo l’asse nord-sud (SS 724 da Sassuolo a Modena, SP3 Formigine-Modena, Via Giardini sud tra Formigine e Maranello) e l’asse est-ovest SP467 (Pedemontana).

Il tracciato della Tangenziale sud è lungo 1,3 km e prevede – tramite sottopasso – il superamento della linea ferroviaria Sassuolo-Modena, oltre alla realizzazione di una rotatoria di collegamento con via Ghiarola.