Coronavirus a Genova, Bucci: "In alcune aree la situazione non è da prendere alla leggera"

di Redazione

Il sindaco: "Nelle prossime 24 ore valuteremo se prendere misure aggiuntive rispetto al Dpcm del Governo"

Coronavirus a Genova, Bucci: "In alcune aree la situazione non è da prendere alla leggera"

"Il fatto che in alcune aree di Genova ci troviamo con 8 o 9 positivi ogni 10 mila abitanti significa che la situazione non è affatto da prendere alla leggera e anzi è preoccupante, ma al momento non ho gli elementi per capire se usciremo con un'ordinanza estensiva rispetto al dpcm del governo". Lo ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci durante il consiglio comunale commentando un ordine del giorno del Movimento 5 Stelle che chiedeva un aggiornamento e un dibattito settimanale sulla situazione Covid in città.

"Genova è l'area più critica della Regione - ha sottolineato Bucci - e ci sono alcune zone, individuabili con il codice d'avviamento postale, dove l'incidenza è oltre 20 volte più alta che nei quartieri dove invece è più bassa, adesso bisognerà capire se prendere misure di prevenzione aggiuntive o se basteranno quelle del governo".

Il Comune, con la Regione, ha spiegato Bucci a margine del consiglio, potrebbe intervenire con alcune limitazioni ai negozi self service h24. Relativamente all'ordine del giorno, il sindaco ha escluso la possibilità di relazionare ogni settimana ricordando che ogni giorno c'è un punto stampa in Regione. Il capogruppo dei M5s Pirondini ha fatto notare che "C'è differenza tra una conferenza stampa e l'aula del consiglio". L'ordine del giorno non è stato approvato.