Venerdi, 20 settembre 2019  

È morto Andrea Camilleri, addio allo scrittore siciliano

Il suo Montalbano toccò anche Genova: a Boccadasse la casa di Livia, fidanzata genovese del commissario
2019-07-18T10:30:11+00:00

É morto all’età di 93 anni lo scrittore siciliano Andrea Camilleri, dopo essere stato ricoverato per giorni in rianimazione in seguito a un arresto cardiaco. Il papà di Montalbano aveva conquistato il grande pubblico con le vicende del noto commissario di Vigata, riprese sul grande schermo in una serie Tv Rai dal grande successo. Nella sua lunga carriera aveva sperimentato diversi generi letterari, guidato sempre dalla curiosità e dall’intima convinzione del potere salvifico della letteratura. Era il 14 novembre 2015 quando lo scrittore ricevette la massima onorificenza genovese, il Grifo. A ritirarlo dalle mani dell’allora sindaco Maro Doria fu la figlia Andreina che lesse il messaggio di Camilleri, un atto d’amore per Genova: “Illustre Sindaco, vorrei ringraziare lei e la città di Genova per l’alto onore tributatomi con il conferimento del Grifo. Mi creda sono veramente, sinceramente dispiaciuto di non poter essere oggi con tutti voi, non poter passeggiare per la vostra splendida città che è diventata nella mia memoria, un luogo dell’anima. Ho infatti impressa l’immagine labirintica e al contempo generosa, solare e aperta di Genova e dei genovesi tutti e l’odore del porto che mi fa tanto odore di casa. Avrei voluto approfittare dell’occasione per poter rivivere tutto questo, ma purtroppo a 90 anni non si può più fare tutto e spesso non si riescono a fare le cose a cui si tiene di più. Un abbraccio lei e tutta la città. Suo Andrea Camilleri”. Camilleri tempo dopo si era poi raccontato in una videointervista, introdotta da Luca Borzani, allora presidente della Fondazione Palazzo Ducale, in cui aveva parlato di sé e del suo scrivere a partire dal suo rapporto con Genova, un colpo di fulmine che scattò nel 1950 quando lo scrittore, che era venuto a ritirare un premio di poesia, se ne innamorò profondamente. Come sanno bene i cultori del commissario Salvo Montalbano la serie tv ha toccato anche Genova: Livia è la fidanzata genovese del protagonista dei romanzi di Camilleri e vive a Boccadasse. Camilleri con il suo senso civico e la sua forza umana e letteraria lascia un vuoto enorme nel mondo della cultura. Il suo sangue siciliano, come un’onda del mare, è arrivato magicamente anche a Genova, che come tutto il Paese, che spera e lotta, oggi si sente un po’ più solo.

Claudio Cabona

TELENORD