Due risse in poche ore e i vicoli del centro storico tornano a ribollire

di Redazione

Fra Canneto e piazzetta dei Maruffo: regolamento di conti fra pusher? La rabbia degli abitanti

Due risse in poche ore e i vicoli del centro storico tornano a ribollire

A maggio una drammatica aggressione con lancio di acido fra gli avventori di una cantina, ieri pomeriggio un pestaggio nella stessa via Canneto il Lungo e poi, in piena notte, una rissa in piazzetta dei Maruffo, a poche decine di metri di distanza, fra via dei Giustiniani e via San Bernardo. Nei vicoli del centro storico da alcuni giorni la temperatura è tornata pericolosamente a salire.

Ieri la vittima del'aggressione è stato un negoziante da sempre molto chiacchierato, aggredito da alcuni sconosciuti. Pare che il movente possa essere un screzio personale. Ma non si esclude un regolamento di conti fra spacciatori.

Passano poche ore e di fronte ad un locale in piazzette dei Maruffo scoppia un'altra rissa: stavolta sono segnalate tante persone. Sul posto vengono inviate sette pattuglie delle volanti, ma quando gli agenti giungono sul posto non trovano nulla. In piazza Cavour si attesta anche un'ambulanza, inviata dagli operatori del 112 che hanno ricevuto decine di telefonate da parte degli abitanti della zona.

Infuriati per l'escalation di aggressioni e risse gli abitanti della città vecchia che proprio in concomitanza con i mesi più caldi che obbligano a tenere le finestre aperte sono costretti a fare i conti con liti e schiamazzi ad ogni ora del giorno e soprattutto della notte. Nei mesi scorsi per chiedere aiuto contro il degrado gli abitanti delle Vigne hanno inviato un esposto in procura: anche lì sotto la lente spacciatori e movida molesta, più un degrado generalizzato fatto di spazzatura e topi che sempre più proliferano nei pressi degli eco punti.