Dà dati falsi alla polizia, ma sbaglia l'anno bisestile: denunciato 40enne a Genova

di Edoardo Cozza

L'uomo affermava di essere nato il 29 febbraio 1989, ma un anno dispari non è mai bisestile e gli agenti scoprono l'inganno

Dà dati falsi alla polizia, ma sbaglia l'anno bisestile: denunciato 40enne a Genova

Voleva nascondere la propria identità ai poliziotti e quando ha fornito la data di nascita falsa non ha pensato che il 29 febbraio del 1989 sul calendario non è mai esistito.

A finire nei guai è stato un 40enne originario della provincia di Lecce, residente a Cairo Montenotte, controllato qualche giorno fa dalla Polizia Ferroviaria nella stazione Principe, presso la tenda allestita dalla Croce Rossa per l’esecuzione dei tamponi rapidi gratuiti. Aveva cercato di intrufolarsi nella tenda senza rispettare il proprio turno e quando è stato ripreso dalle persone in coda ha reagito aggressivamente contro di loro, costringendo l’operatore della Croce Rossa a chiamare la Polfer.

Gli agenti intervenuti, dopo aver constatato che l’uomo era senza documenti, lo hanno accompagnato in ufficio, e sentite le sue improbabili generalità, gli hanno ricordato che gli anni bisestili non sono mai dispari. Per giungere ad una sua esatta identificazione, i poliziotti hanno così dovuto far ricorso alle impronte digitali:  è emerso che il soggetto era già censito nella banca dati delle Forze di Polizia con numerosi precedenti penali.
Oltre a rimediare una denuncia per false attestazioni, al 40enne è stato anche notificato il foglio di via dal Comune di Genova con divieto di ritorno per 3 anni.