Covid Liguria, via alle prenotazioni per la terza dose di vaccino: ecco chi potrà farlo

di Alessandro Bacci

Da questa sera alle 23 sarà possibile prenotare sul canale della Regione, da venerdì prenotazione disponibile su tutti i canali

Covid Liguria, via alle prenotazioni per la terza dose di vaccino: ecco chi potrà farlo

Da oggi alle ore 23 partiranno le prenotazioni per la terza dose dei vaccini contro il covid sul portale di Regione Liguria dedicato, mentre da venerdì sarà possibile prenotarsi attraverso tutti i canali. Lo annuncia il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti in una nota in cui fa il punto sulla pandemia.

"Per quanto riguarda la circolazione del virus nella nostra Regione - spiega anche Toti - l'incidenza cala ancora e si attesta a 36 casi ogni 100 mila abitanti nella media settimanale. Dati che confermano l'importanza della vaccinazione e la necessità di mettersi in sicurezza in vista dell'autunno".

La terza dose, viene ricordato, è prevista in via prioritaria per i soggetti che rientrano nelle seguenti condizioni (che potranno essere aggiornate sulla base di evidenze disponibili):

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva;
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l'ospite cronica);
  • attesa di trapianto d'organo; terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART);
  • patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; immunodeficienze primitive (ad esempio, sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile ecc.);
  • immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (ad esempio, terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario ecc.);
  • dialisi e insufficienza renale cronica grave;
  • pregressa splenectomia; sindrome da immunodeficienza acquisita (Aids) con conta dei linfociti T CD4+ 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico.