Covid, Bassetti: "La mascherina è come la coperta di Linus, siamo tornati a vivere grazie al vaccino"

di Tiziana Cairati

Guardandomi in giro per strada e nei negozi mi rendo conto di quale errata comunicazione si sia fatta in Italia

Covid, Bassetti: "La mascherina è come la coperta di Linus, siamo tornati a vivere grazie al vaccino"

"La mascherina funge è più da ansiolitico che non da reale dispositivo di protezione". E' questa la sintesi dell'infettivologo genovese Matteo Bassetti resa pubblica attraverso il suo profilo fb sulle nuove regole anti covid entrate in vigore dal primo maggio.

"Il talebanismo italico sulla mascherina in ogni caso non ci ha evitato di essere uno dei paesi europei con il maggior numero di contagi. La mascherina è ormai una sorta di coperta di Linus che funge più da ansiolitico che non da reale dispositivo di protezione individuale. Se qualcuno sa cosa vuol dire", sottolinea Bassetti.

"Guardandomi in giro per strada e nei negozi - continua Bassetti - mi rendo conto di quale errata comunicazione si sia fatta in Italia su mascherine e vaccini. La mascherina è oggi vista come il miglior mezzo per difenderci dal covid, anche da quegli anziani o persone fragili che hanno deciso di non fare il booster o la quarta dose.

Dicono: la mascherina mi protegge dal contagio, il vaccino no. Ma vi rendete conto di cosa siamo riusciti a creare in Italia? Solo grazie al vaccino oggi torniamo a vivere e chi si contagia da vaccinato tripla dose fa una forma più o meno leggera ma, salvo qualche eccezione, non si ammala in maniera grave".