Condividi:


Coronavirus, Toti: "Riapertura delle scuole? Decideremo domenica"

di Marco Innocenti

In corso due tamponi: uno al Gaslini su un minorenne

"Non ci sono ulteriori focolai all'interno della Regione Liguria". Lo ha detto il presidente della Liguria Giovanni Toti nel punto stampa quotidiano sul coronavirus spiegando che in regione i positivi restano 19. Si attende il risultato dei test su due persone, ha aggiunto, uno è un minore, parente di un caso già noto. E uno riguarda una signora già ricoverata che non reagiva a cure. "La buona notizia è che derivano tutti dai medesimi casi che già conoscevamo: o provengono dall'area di Alassio, il cluster noto, o dal caso Spezia", ha aggiunto Toti.

"In questo momento in sorveglianza attiva in Regione Liguria ci sono 580 persone - ha poi spiegato il presidente Toti - In Asl1 figurano 26 persone; in Asl2, quella del focolaio di Alassio, ci sono 242 persone; in Asl3 le persone sono 51; in Asl4 le persone sono 44; e infine in Asl5 le persone in sorveglianza attiva sono 217". Per quanto riguarda poi i tamponi risultati negativi, 3 sono stati effettuati al Galliera, altri 3 presso l'Asl 5 (tutti entrati in contatto con un solo caso positivo) e uno che si trova nel reparto di malattie infettive a Savona, riconducibile al cluster di Codogno. Sono ancora in corso, al momento della conferenza stampa, altri due tamponi: uno al Gaslini e uno a Villa Scassi. In quest'ultimo caso, si tratta di uno screening in quanto la paizente non risponde alle normali terapie antibiotiche e quindi si procedere al tampone per escludere che si tratti proprio di coronavirus. 

Con il lento ritorno alla normalità, però, si inizia a parlare della possibile riapertura delle scuole: "La decisione sull'eventuale riapertura delle scuole e dei teatri in Liguria la settimana prossima, se la mappa di cluster di coronavirus dovesse rimanere invariata, arriverà domenica - ha spiegato Toti - La scelta sarà presa sulla base dei dati noti. Il fatto che i cluster derivino dai casi che già conoscevamo, o ad Alassio o alla Spezia, è un dato positivo. Ciò ci  consentirà di ragionare in cabina di regia su quali provvedimenti dell'ordinanza estenderemo alla settimana prossima, quali eventualmente potranno essere tolti in base all'evolversi della situazione, la decisione non sarà presa fino all'ultimo momento".

Condividi: