Coronavirus: in Liguria, treni del mare congestionati, saltano norme sicurezza 

di Redazione

Nel weekend i convogli regionali sono stati presi d'assalto. Troppi passeggeri ammassati, nessun controllo da parte dei capitreno o della Polizia

Coronavirus: in Liguria, treni del mare congestionati, saltano norme sicurezza 

Treni regionali stipati, nessun distanziamento sociale, passeggeri senza mascherine. E nessun controllo. E' accaduto sui convogli liguri che nel fine settimana vengono presi d'assalto, complici i disagi in autostrada a causa dei cantieri, da chi decide di passare la giornata in spiaggia.

A bordo il capotreno resta nello scompartimento e la polizia, chiamata più volte tramite il 112, non è intervenuta. L'ultimo episodio ieri. Il treno regionale delle 19.33 da Savona e diretto a Genova Brignole si è riempito a Cogoleto e ancora di più quando è arrivato a Vesima.

Corridoi invasi, i sedili occupati da due persone una seduta sull'altra. Il treno si è svuotato a Sampierdarena e a Brignole il capotreno ha risposto che non riusciva a passare e per questo non è andato negli scompartimenti ma di avere segnalato la situazione ai superiori.

Sulla questione Trenitalia fa sapere che sul treno regionale di Savona si poteva salire soltanto con prenotazione e che "molte persone non rispettano il treno prescelto al momento dell'acquisto".

La polizia ferroviaria ha, invece, spiegato di non poter intervenire in questi casi. Stessa situazione sul regionale delle 17.48 da Savona a Brignole.