Coppa Italia, lite Agnelli-Conte: possibili strascichi disciplinari

di Maria Grazia Barile

Il diverbio è avvenuto allo Juventus Stadium durante la semifinale. Se a referto non dovesse figurare nulla, potrebbe intervenire la Figc

Coppa Italia, lite Agnelli-Conte: possibili strascichi disciplinari

Sono stati insieme tre stagioni alla Juventus, e hanno vinto altrettanti scudetti. Ma fra Agnelli e Conte il feeling vero non è mai scattato e si sono punzecchiati spesso. Resta famosa la frase del tecnico: "Con 10 euro non si mangia in un ristorante da 100 euro". Ma anche la frecciata del presidente bianconero nell'assemblea degli azionisti nel 2017: "Ringrazio Allegri per la sua capacità di portare avanti un lavoro che per altri sembrava terminato". Ieri il diverbio a distanza allo Stadium durante la semifinale di Coppa Italia.

Una vicenda che potrebbe avere strascichi disciplinari. La lite Agnelli-Conte, come quella Ibrahmovic-Lukaku, seguira' infatti lo stesso percorso con la procura Figc in attesa di capire se il giudice sportivo di Coppa Italia esaurirà la vicenda con le sue decisioni.

La sentenza e' attesa per domani, dopo la seconda semifinale tra Atalanta e Napoli; tutto dipendera' da cosa hanno ascoltato (e visto) quarto uomo e ispettori della procura federale in uno stadio vuoto dove tutto rimbomba, e dunque cosa l'arbitro ha messo a referto. C'e' un precedente in questo campionato: alcune settimane fa Nedved e Paratici furono inibiti per offese all'arbitro dalla tribuna, sentiti nel silenzio.