Con Valentina il Pd si veste di nuovo

di Wanda Valli

Lo scoglio più puntuto, è la sfida da vincere per la nuova segretaria: ricostruire il rapporto tra politica e territorio

Con Valentina il Pd si veste di nuovo

E Valentina si è vestita  a nuovo. Ha accantonato, per l’occasione ma solo per l’occasione, i panni di Sindaco di Sestri  levante, per indossare con il consenso generale, quelli di segretario regionale del Pd ligure. Bene, brava. In bocca al lupo, segretario. Ma ora l’aspetta un cammino stretto dove dovrà dimostrare tutte le sue consolidate capacità di amministratore che l’hanno portata nella classifica degli 11 sindaci finalisti scelti dall’Associazione Comuni virtuosi.

Intanto Valentina Ghio, a quanto pare, parte “dai fondamentali” e, quindi dalla presenza femminile nella sua segreteria, dall’alleanza con altre colleghe. Pragmatica come sembra, Ghio non vuole si ripetano scontri dove la presenza femminile possa essere strumentalizzata e, a quanto pare, ha deciso che al suo fianco almeno il 60/70 per cento del suo “pool” sarà composto da donne.

Ma la questione più interessante quanto ostica è un’altra. E si lega a un tema di questi tempi centrale nella vita di un partito, del Pd in particolare. Vale a dire il rapporto tra politica e territorio. E’ lo scoglio più puntuto, è la sfida da vincere per la nuova segretaria: dimostrare se e quanto un bravo amministratore, un sindaco come lei, riuscirà a portare la sua filosofia nel partito che, al contrario, sembra lontano dai territori e dalle richieste della gente. Un Pd che in futuro sia non solo più teorico, più legato alle dinamiche interne.

E allora la segretaria Valentina Ghio è chiamata a rispondere, con i fatti, a questo dualismo, ideologico e pratico. E’ un momento certo più favorevole rispetto a cinque anni fa, con la debacle e l’ascesa di Bucci favorita da un M5s dilagante e da un Pd e una sinistra in affanno, senza scatti. Ma adesso sullo sfondo (come tradizione) restano le dinamiche nazionali, i tavoli di trattativa con gli aspiranti alleati, e tutta  la liturgia che qualsiasi occasione di voto comporta. In più, se il territorio ti sente lontano, c’è il rischio di scegliere chi è più rapido e bravo sui social o più conosciuto. Valentina con l’abito nuovo non cadrà nella trappola. Speriamo.