Chiusura notturna della A26 per salvare l'azienda che rischiava la chiusura

di Redazione

I cantieri bloccavano il transito dei trasporti eccezionali per le spedizioni

Chiusura notturna della A26 per salvare l'azienda che rischiava la chiusura

Telenord l'aveva anticipato domenica scorsa, raccontandovi la storia della Baretto Spa, un'azienda di carpenteria meccanica con oltre un centinaio di dipendenti che, da settimane, dopo la chiusura dei viadotti Fado e Pecetti, vive una situazione a dir poco surreale, con diverse spedizioni già pronte per essere consegnate ai rispettivi clienti ma con i camion fermi nel piazzale. I trasporti necessitano di mezzi di grandi dimensioni che, vista la situazione attuale della A26, non possono nemmeno partire. E vi avevamo già raccontato come, per la ditta e per i suoi tanti lavoratori, si stesse aprendo uno spiraglio di speranza

"Dopo settimane di difficoltà, causate dalla chiusura dei viadotti Pecetti e Fado e successivamente dal crollo di una parte di intonaco della galleria Bertè sulla A26 - spiega l'assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti - questa notte potrà passare un trasporto eccezionale".

"Autostrade - ha aggiunto Benveduti - ci ha rassicurato anche sui passaggi successivi, al fine di tutelare i tempi di consegna della merce. Un impegno che, assieme al presidente Toti, abbiamo portato a termine nei giorni scorsi nelle mediazioni con Autostrade per l'Italia. Permettere il transito di questi manufatti nell'ora di minor transito, è un primo segnale che scongiura il rischio di perdere commesse determinanti per il futuro di un'azienda leader del settore".

Autostrade ha confermato la chiusura del tratto tra Masone e l'intersezione con la A10 dalla mezzanotte alle 4 di domani, venerdì 17 dicembre, per consentire il transito del primo trasporto eccezionale.