Teatro Carlo Felice, Cenerentola vola sul ghiaccio

di Giulia Cassini

Fino al 22 dicembre a Genova le stelle del Balletto sul ghiaccio di San Pietroburgo

Il magnifico ballo nel Palazzo del Re tra stucchi dorati, gemme e quel bianco accecante dei saloni imperiali è la terza scena del secondo atto, tripudio di danza con l'entrata sontuosa del monarca tra meravigliosi cortigiani e cortigiane fino alla vista mozzafiato di una Cenerentola lunare ed elegante. E' subito dopo l'intervallo tra la prima e la seconda parte (tra l'altro con l'intrattenimento a sorpresa dell'orchestra che ha suonato un medley natalizio tra l'andirivieni degli spettatori) il punto più famoso del Balletto sul ghiaccio di San Pietroburgo al Teatro Carlo Felice di Genova sino al 22 dicembre. Per l'occasione il palco del teatro si trasforma eccezionalmente in una perfetta pista di ghiaccio.
 
A metà tra il classico e la vertiginosa danza acrobatica la "Cenerentola" infiamma alla prima del 19 dicembre un pubblico eterogeneo, composto da tante famiglie, ma anche da appassionati. Un'altra sfida vinta dopo il successo nel passato de "La Bella Addormentata" di Čajkovskij, virando dal classico dei classici alla "gran madre" delle fiabe, anzi a un tripudio di fantasia, visto che vengono ripresi diversi elementi dalla tradizione russa e di questo genere letterario. Tutto prende vita, tutto vola sulle ali dell'immaginazione. Si animano gli utensili della cucina, il samovar, il bollitore, la scopa e il candelabro che sono gli amici fantasiosi di una Cenerentola tra stracci e argenti da pulire, mentre una piccola sedia di legno intagliata con un bel cuore sullo schienale prelude al sogno d'amore. Tutti segnali della strada intrapresa dalla compagnia dove la narrativa e l'estro si fondono.
 
E' nata proprio con uno spunto onirico dal coreografo Konstantin Bojarskij la formazione di ballo, con l'intento di unire la danza classica al pattinaggio artistico, ed è diretta dal 1981 da Konstantin Rassadin, già stella del Teatro dell'Opera e del Balletto di Kirov". Un titolo a cui sono molto legato -ammette Rassadin- perchè il mio primo allestimento di Cenerentola risale all'epoca della guerra sugli Urali dove si era rifugiato il Teatro Mariinskij Kirov".
 
Corpo e movimento, portamento e muscolarità si mixano in Cenerentola di Sergej Prokof´ev, secondo i protagonisti della prima Vera Osipenko (Cenerentola) e Maksim Kudriavtcev  (Principe) "Non si può parlare di un punto difficile, a differenza di quello che sembra allo spettatore è tutto estremamente complicato". Per chi ci vuole leggere metafore tra le righe invece l'artista emerito della Federazione Russa che si è occupato della coreografia Konstantin A. Rassadin dice: "Questa è pura arte, lontana anni luce da ideologie varie, è bellezza, è armonia. Il senso è quello del bene che trionfa sul male, senza dietrologie". Tra i bambini più piccoli in sala c'è chi ricorda i cartoni della Disney, chi apprezza i passi più noti (pliè, relevé, pas de deux, arabesque), e molti adulti rimangono un attimo sospesi tra immaginazione e realtà prima di applaudire il fatidico finale "E vissero per sempre felici e contenti".
 
Dal teatro comunicano altresì che lo spettacolo Cenerentola Balletto su ghiaccio di San Pietroburgo (informazioni sul cast e sullo spettacolo online) è confermato con l'allerta. Chi fosse impossibilitato a raggiungere il Teatro Carlo Felice può consultare la policy in caso di allerta meteo sul sito del Teatro, pagina della biglietteria.
 
In più il teatro si accende con diversi appuntamenti in questi giorni oltre a Cenerentola: per la Domenica in musica del 22 dicembre, alle 11 nel Primo Foyer, si esibirà il Coro di Voci Bianche del Carlo Felice diretto da Gino Tanasini ed Enrico Grillotti al pianoforte, poi ci saranno le ultime tre recite della Bohème di Puccini  il 27 (ore 20), il 28 (ore 20) e il 29 dicembre (ore 15), mentre a Capodanno  il 1° gennaio alle ore 16 si trascorrerà con la Janoska Ensemble. 
 
Cenerentola
(Balletto sul ghiaccio in due atti)
 

Musica: Sergej Prokof’ev
Coreografia: Artista Emerito della Federazione Russa, Konstantin A. Rassadin
 

CAST:
 
Cenerentola: Ekaterina Kostromina, Vera Osipenko, Mariia Stapanova
Principe: Aleksei Em, Maksim Kudriavtcev, Danil Vedernikov, Oleg Iagubkov
Matrigna: Inga Ragozina, Palina Aksiutsik
Sorelle: Shrew – Ekaterina Filatova, Anastasiia Gusarova
Poseur – Aleksandra Igolkina, Nikol Li
Il Re: Danil Vedernikov, Sergei Golodnev, Georgii Baranov
Gnomo: Iurii Pototckii, Daniil Pushkarev
Fata: Anastasiia Trifonova, Irina Iasakova
Maestri di danza: Sergei Golodnev, Viacheslav Vodopianov
Fate delle stagioni:
Primavera – Ekaterina Kostromina, Vera Osipenko, Mariia Stepanova
Estate – Ekaterina Filatova
Grillo – Anastasiia Gusarova
Autunno – Mariia Berezovskaia, Evgeniia Cherpakova
Inverno – Evgeniia Cherpakova
Ufficiali: Viacheslav Vodopianov, Daniil Pushkarev, Oleg Kim, Aleksei Em,
Georgii Baranov, Vadim Panov, Sergei Golodnev
Calzolai: Viacheslav Vodopianov, Daniil Pushkarev, Oleg Kim, Aleksei Em,
Georgii Baranov, Vadim Panov, Sergei Golodnev
Danza Orientale: Ekaterina Kostromina, Oleg Iagubkov, Ekaterina Filatova, Oleg Kim
Danza Spagnola: Aleksandra Igolkina, Anastasiia Trifonova
 
STAFF DEL BALLETTO STATALE SUL GHIACCIO DI SAN PIETROBURGO:
Direttore Generale Mikhail Kaminov
Primo Coreografo Artista Emerito della Federazione Russa, Konstantin Rassadin
Direttore Amministrativo Olga Esipova
Direttore Tecnico Valerii Gilnich
Costumi Olga Osikovskaia, Tatiana Zaikina
Trucco Iuliia Afanasenko, Vera Dadyko, Irina Nikolaeva
Luci Anatolii Gensirovskii.