Caos traffico Liguria, l'allarme: "Il sistema del soccorso in ginocchio"

di Redazione

La denuncia di Anpas: "I pazienti devono rinunciare alle terapie, anche i volontari abbandonano: troppo alto il rischio di paralisi nel traffico"

Caos traffico Liguria, l'allarme: "Il sistema del soccorso in ginocchio"

"Il caos traffico che si sta verificando da settimane in Liguria e, in particolare, nell'area metropolitana di Genova sta mettendo in ginocchio tutto il sistema del soccorso e soprattutto del trasporto sanitario". Lo denuncia il presidente regionale dell'Anpas Lorenzo Risso. "Le pubbliche assistenze sono praticamente impossibilitate a rispettare gli orari dei trasporti programmati per le visite ambulatoriali, dialisi, terapie oncologiche. Le conseguenze sono disastrose su più livelli: - evidenzia - in primis per la salute dei pazienti che devono rinunciare alle terapie, ma anche per la gestione degli appuntamenti ospedalieri e per l'organizzazione delle nostre associazioni."

"Stiamo avendo anche parecchie defezioni da parte dei nostri volontari. - rivela - Ognuno di loro dedica il proprio tempo libero all'associazione e, col rischio di restare imbottigliati a lungo nel traffico, diventa difficile per loro rispettare i propri orari di lavoro o rientrare da esso in tempi utili alla copertura dei servizi".

In serata è arrivata anche una risposta alla questione da parte di Aspi: "Il dipartimento regionale Emergenza 118 è parte integrante del comitato operativo viabilità istituito presso la prefettura di Genova e, dunque, è perfettamente a conoscenza di ogni informazione utile riguardante la viabilità autostradale. La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia infatti comunica preventivamente ai partecipanti del cov tutte le chiusure e le relative variazioni della fruibilità delle tratte autostradali, in modo che i vari enti dell'organismo possano organizzarsi per quanto di loro competenza, anche per la gestione della viabilità alternativa. La nota della Regione sul mancato allineamento del dipartimento Emergenza 118 stupisce ed è non comprensibile, aggiunge, visto anche il continuo confronto in corso tra i rappresentanti della società e l'istituzione locale. In ogni caso, vista l'assoluta rilevanza del compito svolto dal 118 a favore della comunità, la Direzione di Tronco di Genova di Aspi è a piena disposizione per ottimizzare modi e flussi di comunicazione, organizzando subito un tavolo di confronto. "