Condividi:


Calcagno, presidente Assocalciatori: "Partite mezz'ora prima? Stiamo lavorando"

di Maria Grazia Barile

"Mi auguro si trovi una soluzione, le resistenze sono legate soprattutto alla gara pomeridiana delle 17.15"

 "Anticipare di mezz'ora gli orari di tutte le partite di Serie A? È un'idea sulla quale stiamo ragionando, insieme alla Lega e alle televisioni". Così Umberto Calcagno, presidente dell'Assocalciatori dopo le dimissioni di Damiano Tommasi, a 'Radio anch'io sport' su Radio 1. La proposta trova d'accordo i calciatori, soprattutto per i match con fischio d'inizio alle 19.30 ed alle 21.45, meno per quelli delle 17.15. "Mi auguro che si riesca a trovare una soluzione- ha aggiunto Calcagno - con il presupposto che non ci sarà nessuna levata di scudi da parte nostra. I calciatori stanno dimostrando responsabilità, dobbiamo fare un pezzo di strada insieme in una situazione emergenziale, spero che anche le tv ci diano una mano per far lavorare meglio i giornalisti della carta stampata".

Calcagno ha aggiunto: "Per esigenze televisive devono passare almeno due ore e un quarto tra una partita all'altra. Il pomeriggio avevamo chiesto che non si giocasse affatto, la soluzione trovata con la Lega è stata di limitare moltissimo le partite pomeridiane. Oggi il problema riguarda pochi incontri e bisognerà venirsi incontro".

Infine l'argomento elezioni dell'Aic per rinnovare la carica di presidente, posto cui aspira anche Marco Tardelli: "Io sono sereno perché ho dalla mia la forza del lavoro fatto fin dal '98, come calciatore nel consiglio direttivo, che quello svolto poi. Spero che il merito di questa attività ci venga riconosciuto". (ANSA).