Cagliari, CTM presenta i suoi 3 nuovi bus full electrics

di Redazione

Un ulteriore passo avanti verso il rinnovo della flotta: un piano da 156 milioni d'investimento in 15 anni

Cagliari, CTM presenta i suoi 3 nuovi bus full electrics

Presso il proprio deposito di Cagliari, CTM ha presentato il primo dei 3 autobus totalmente elettrici da 6 metri, prodotti dall’Azienda italiana Rampini e 8 nuovi autobus diesel Urbanway dell’Azienda Iveco. Sono autobus di nuova generazione, con motore Euro 6, tutti acquistati da CTM in autofinanziamento. Nei prossimi giorni gli otto autobus Iveco Urbanway viaggeranno sulla linea 1, una delle linee con la più alta frequenza, circa 5 minuti, che da Via Flavio Gioia arriva fino all’Ospedale Brotzu, percorrendo il centro città, mentre i tre mezzi totalmente elettrici sono destinati alla linea 7, che da piazza Yenne percorre i quartieri storici di Castello, Villanova e Marina. Questi primi tre mezzi elettrici fanno parte di un piano di riconversione energetica che CTM ha come obiettivo di attuare entro il 2035.

CTM è stato precursore delle scelte energetiche alternative già dal 2016 con il rinnovo del parco filoviario elettrico e con la partecipazione al progetto europeo ZeEUs. Questa scelta è divenuta ora strategica sia per l’Unione Europea sia per il Governo nazionale che prevederà, già dall’anno prossimo, il finanziamento pubblico di autobus urbani a sola trazione alternativa. Per garantire uno standard qualitativo anche nel breve termine – a partire dal 2022, CTM avrà il supporto di ulteriori 46 mezzi che sono attualmente in una gara pubblica e che agevoleranno questo periodo di transizione verso la mobilità elettrica. Di questi 46 mezzi attualmente in gara e che arriveranno già dal 2022: 7 autobus saranno elettrici, 23 autobus saranno diesel di ultima generazione da 12 metri, 5 mezzi saranno ibridi da 18 metri, 10 autobus da 9 metri, e  1 mezzo corto sarà diesel.

Nei mesi scorsi sono entrati in servizio altri 2 nuovi mezzi da 18 metri, sempre Urbanway Iveco, che sono stati importantissimi vista la loro capienza doppia rispetto ai 12 metri e visto il contingentamento dei posti a bordo. Il futuro di CTM sarà dunque elettrico. Questo in ragione degli obiettivi di riduzione delle emissioni in atmosfera che è un problema che investe in particolare le aree urbane.

Durante la settimana europea della mobilità nel settembre 2020, l’Azienda ha presentato agli stakeholders un ambizioso piano pluriennale che prevede nei prossimi 15 anni una totale riconversione elettrica del parco mezzi. La riconversione sarà graduale in tutta l’area metropolitana e il parco mezzi CTM arriverà ad avere oltre 270 mezzi full electric.