Azzurri, Mancini rompe il silenzio: "Il calcio è spietato, rialzare la testa e lavorare per il futuro"

di Redazione

"Accogliere anche le sconfitte nella vita fa parte di un sano percorso di crescita umana e sportiva". Oggi incontro con il presidente federale Gravina che vuole convincerlo a restare

Azzurri, Mancini rompe il silenzio: "Il calcio è spietato, rialzare la testa e lavorare per il futuro"

Il C.T. della Nazionale Roberto Mancini ha scelto il suo profilo Instagram per rompere il silenzio dopo la traumatica eliminazione dal mondiale determinata dalla sconfitta con la Macedonia del Nord. «Il calcio a volte sa essere metafora spietata di vita - scrive Mancini - L’estate scorsa eravamo sul tetto d’Europa dopo aver portato a termine una delle imprese più belle della storia della Nazionale. Poche ore fa ci siamo risvegliati in uno dei punti più drammatici. Siamo passati dalla gioia totale ad una frustrante delusione. È davvero dura da accettare, ma accogliere anche le sconfitte nella vita fa parte di un sano percorso di crescita umana e sportiva. Prendiamoci del tempo per riflettere e capire con lucidità. L’unica mossa azzeccata ora è rialzare la testa e lavorare per il futuro. Grazie al pubblico di Palermo per il calore e grazie a tutti i tifosi che da sempre ci hanno trasmesso entusiasmo e affetto».

Il Commissario Tecnico è ancora combattuto, oggi è in programma un altro incontro con il presidente federale Gravina che sta cercando di convincerlo a restare.