Autostrade, Paita: "Per la Liguria una vera e propria apocalisse della viabilità"

di Alessandro Bacci

la deputata di Italia Viva: "Le autostrade regionali liguri si presentano ormai come un'unica, mostruosa coda che la attraversa da Ponente a Levante"

Autostrade, Paita: "Per la Liguria una vera e propria apocalisse della viabilità"

"Dopo quasi 400 giorni dall'apertura dei suoi cantieri autostradali la Liguria si trova a vivere una vera e propria apocalisse della viabilità. La regione è bloccata, di fatto isolata e la situazione assolutamente insostenibile". Lo scrive in una nota Raffaella Paita, deputata di Italia Viva.

"Le autostrade regionali liguri - spiega - si presentano ormai come un'unica, mostruosa coda che la attraversa da Ponente a Levante. Da Genova al Tigullio le macchine che si avventurano in autostrada, si trovano intrappolate. A Ponente non va meglio. E come se non bastasse, ai rischi statici evidenziati dal Mims per due viadotti nella Torino-Savona e i dubbi sulla tenuta del viadotto Costa Rossa di Sestri Levante. È evidente che un simile stato di cose è insostenibile - sottolinea -. È indispensabile che il governo intervenga con urgenza. Innanzitutto, individuando con rapidità una soluzione in grado di garantire la sicurezza rispetto ai viadotti. Ma soprattutto - conclude -, facendo propria la proposta di Italia Viva di sospendere i prezzi dei pedaggi: non si possono obbligare gli utenti a pagare non per usufruire di un servizio ma per soffrire un disagio".