Autostrade e la polemica sui cartelloni al Giro: "Campagna nata 10 anni fa, striscioni esposti in ogni tappa"

di Marco Innocenti

"Rammaricati per la lettura data a questa cartellonistica. Si tratta di una campagna di sensibilizzazione alla guida sicura"

Autostrade e la polemica sui cartelloni al Giro: "Campagna nata 10 anni fa, striscioni esposti in ogni tappa"

C'erano anche gli striscioni con il logo di Autostrade per l'Italia, oggi a Genova, lungo via XX Settembre dove si è conclusa la 12esima tappa del Giro d'Italia. Una presenza che, secondo il Comitato Parenti Vittime Ponte Morandi, poteva e doveva essere evitata, almeno per questa tappa genovese. "Noi non vogliamo fare polemica - si legge nel post del Comitato - e non l’abbiamo mai fatta, cercando di essere pacati ma cari signori, francamente questo si poteva assolutamente evitare o no? Molti cittadini ci stanno scrivendo che sono allibiti e lo siamo anche noi".

Una "protesta" che ha visto la replica da parte dell'azienda: "In merito alle dichiarazioni relative alla cartellonistica di Autostrade per l'Italia in occasione della tappa ligure del Giro d'Italia, la Società esprime rammarico per la lettura data all'iniziativa - scrive Aspi - Lungi dal voler urtare la sensibilità di alcuno, Aspi tiene a sottolineare che si tratta di una campagna a livello nazionale per sensibilizzare sulle regole di una guida corretta. La campagna ha preso avvio oltre dieci anni fa e viene riproposta ogni anno. Un'iniziativa che pertanto interessa tutte le tappe del Giro, da Nord a Sud Italia".