Tags:

alstom treno

Condividi:


Alstom: 20 anni di Savigliano e centesimo treno Pop consegnato a Trenitalia

di Redazione

Dal 29 gennaio unione con Bombardier

20 anni di produzione Alstom nello stabilimento di Savigliano e 100° treno Pop, della piattaforma Coralia, consegnato a Trenitalia.

Nonostante il Covid, il costruttore leader europeo ha organizzato un grande evento nello stabilimento di Savigliano per festeggiare i due avvenimenti, che segnano anche un ulteriore sviluppo di Alstom in Italia. Gianluca Erbacci, Senior Vice President Europa di Alstom, ha infatti annunciato che l’acquisizione di Bombardier Transportation Italia entrerà nella sua fase conclusiva a partire dal 29 gennaio 2021 e il gruppo aggiungerà anche lo stabillimento di Vado Ligure agli stabilimenti di Savigliano e Sesto San Giovanni, che costituiscono i poli di eccellenza in Italia. Alstom è anche il primo gruppo industriale a portare avanti la produzione del treno ad idrogeno, già in sperimentazione in Germania, e che nel 2023 entreranno in servizio anche in Italia, in Lombardia grazie ad un accordo con FNM.

Alstome è gruppo leader nell’industria ferroviaria italiana: 8 siti, 31 depositi, 2 centri di eccellenza, 2.800 persone impiegate, più di 500 Pendolino costruiti in Italia e venduti in 13 paesi, più di 400 treni regionali prodotti per operatori del trasporto pubblico, privato e regionali, oltre ai sistemi ERTMS livello per le linee di alta velocità italiane. Il 100° treno Pop prodotto per Trenitalia fa parte di una commessa che prevede la consegna di 173 convogli derivati dalla piattaforma Coralia, un treno vednuto da Alstom in tutto il mondo. Della piattaforma Coralia fanno anche parte i 30 treni Donizetti ordinati da Ferrovie Nord Milano e destinati a implementarsi. FNM e Trenord hanno anche ordinato i primi treni ad idrogeno in Italia, che entreranno in servizio sulla Brescia-iseo-Edolo, e saranno prodtti da Alstom in numero di 6 + 8, per un totale di 14 convogli.

All’evento di Savigliano hanno partecipato i più importanti protagonisti aziendali, rappresentanti di Trenitalia del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e rappresentanti istituzionali, industriali e dell’università.

Il 100° treno Pop, prodotto da Alstom Ferroviaria per Trenitalia, esposto con la sua fiammante livrea. Taglio simbolico del nastro e consegna del convoglio a Marco Della Monica, direttore regionale Piemonte di Trenitalia, in sostituzione di Orazio Iacono, amministratore delegato e direttore della società del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, intervenuto egualmente all’evento, ma in collegamento via web.

Presenti, nello stabilmento di Savigliano, i massimi verttici drl gruppo Alstom: Gianluca Erbacci, senior vice president Europa di Alstom; Michele Viale, amministratore delegato di Alstom; rappresentanti delle istituzioni: Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte (in sostituzione del presidente Alberto Cirio; Giulio Ambrogio, sindaco di Savigliano; il rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco, intervenuto in videoconferenza; il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola, mentre il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ha inviato un lungo messaggio; e, iinfine, Orazio Iacono, collegato in videoconferenza.

Sono stati ricordati i numeri dell’impegno produttivo di Alstom in Italia e il significato della sua presenza, dopo che il gruppo francese ha rilevato il isito storico di produzione della Fiat Ferroviaria nello stabilimento cuneese. Con l’acquisizione di Bombardier, Alstom diventa uno dei maggiori produttori di materiale ferroviario in Italia: oltre ai Pendolini, ai treni Italo e AGV, e ai treni regionali della piattafroma Coralia, aggiunge ora anche la produzione dei Frecciarossa 1000, prodotti da Bombardier in partnership con Ansaldo Breda. Alstom è leader anche nella progettazione dei nuovi treni a totale sostenibilità ambientale, alimentati con celle ad idrogeno, un settore che il gruppo – come ha confermato l’amministratore delegato Guido Viale – intende sviluppare ancor più nel prossimo futuro, secondo una linea di tendenza diventata oramai inveitabile nel sttore dei trasporti.

L’impegno verso una mobilità totalmente green è stato confermato anche dall’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, che ha sottolineato come già tutti i nuovi convogli migliorino straordinariamente le caratteristiche di ecosostenibilità: i nuovi treni Pop riducono del 30% i consumi energetici, i livelli di comfort igienici ed ambientali e sono riciclabili al 97%. Iacono ha ricordato che anche il 100° treno Pop consegnato a Savigliano conefram l’importanza del grande piano di investimenti per il rinnovo del materiale rotabile lanciato da Trenitalia, che consentirà di rinnovare l’80% del parco rotabile di Trenitalia e avere, entro il 2024, l’intera flotta con un’anzianità inferiore ai 10 anni. Qualità del materiale rotabile che influisce anche sui risultati produttivi di Trenitalia, con livelli di puntualità altissimi per tutti i 6.700 treni giornalmente effettuati.  

Tags:

alstom treno

Condividi: