Albenga, scoperta in una grotta la più antica sepoltura di una neonata: Neve è morta 10mila anni fa

di Marco Innocenti

La piccola, al momento della morte, aveva circa 40 giorni. E' stata sepolta con un corredo di ciondoli, conchiglie e perline e con un artiglio di gufo

Albenga, scoperta in una grotta la più antica sepoltura di una neonata: Neve è morta 10mila anni fa

Circondata da un corredo di ciondoli e perline: è stata scoperta in Italia, in una grotta della Liguria, la più antica sepoltura di una neonata in Europa, vissuta 10.000 anni fa. Ribattezzata Neve, era una bimba di appena 40 giorni. A scoprirla e studiarla un gruppo di ricerca internazionale - coordinato dagli italiani Stefano Benazzi, dell'Università di Bologna, Fabio Negrino, dell'Università di Genova, Marco Peresani, dell'Università di Ferrara, e il supporto del Sincrotrone Elettra di Trieste - il cui lavoro è stato pubblicato su Scientific Reports.

I resti sono stati rinvenuti in una grotta nell'entroterra di Albenga, in provincia di Savona, accompagnati da un corredo formato da oltre 60 perline in conchiglie forate, quattro ciondoli, sempre forati, ricavati da frammenti di bivalvi, e un artiglio di gufo reale risalenti a circa 10mila anni fa, un periodo che ha segnato probabilmente grandi cambiamenti sociali nelle popolazioni umane, legati agli adattamenti dovuti alla fine dell'ultima era glaciale.

Le analisi indicano che al momento della morte, Neve aveva tra 40 e 50 giorni, che la madre si cibava di carni e che forse a causa di alcuni stress fisiologici la crescita dei denti del feto si era interrotta uno o due mesi prima del parto. "La scoperta di Neve è di eccezionale importanza - ha commentato Benazzi - e ci aiuterà a colmare molte lacune, gettando luce sull'antica struttura sociale e sul comportamento funerario e rituale di questi nostri antenati".