Aeroporto di Palermo, chi parte potrà sottoporsi (gratis) al test anticovid rapido

di Edoardo Cozza

In un'area allestita nei pressi della struttura. Per chi arriva, invece, la scelta è tra il tampone rapido e una quarantena di dieci giorni

Aeroporto di Palermo, chi parte potrà sottoporsi (gratis) al test anticovid rapido

I passeggeri in partenza dall’aeroporto di Palermo potranno sottoporsi gratuitamente a un tampone rapido. Il servizio è operativo da questo lunedì e si aggiunge ai test per i passeggeri in arrivo, che invece seguono la procedura descritta nelle ordinanze del presidente della Regione siciliana con obbligo di test rapido o quarantena di 10 giorni.

Grazie alla collaborazione tra Gesap, la società di gestione dell’aeroporto internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo, l’Asp di Palermo, l’ufficio del Commissario per l’emergenza Covid della provincia di Palermo e l’assessorato regionale alla Salute, i passeggeri in partenza, se lo vorranno, dalle 8 e fino tarda sera (al massimo fino all’orario dell’ultimo volo in arrivo), potranno recarsi presso l’area Covid test (che si trova a circa 700 metri dall’aerostazione) – con largo anticipo rispetto all’orario di partenza del volo – e richiedere il tampone rapido. Per coloro che partiranno con i primi voli del mattino, invece, sarà possibile effettuare il tampone rapido il giorno prima.
In ogni caso, per essere sottoposti al test, è necessario esibire la carta di imbarco.

“Sin dall’inizio della pandemia – dice Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap – l’impegno della società è stato quello di arginare il più possibile il contagio. Abbiamo messo in campo una serie di iniziative, riconosciute anche a livello internazionale, per la sicurezza dei viaggiatori e del personale che opera in aeroporto. Da quasi un anno, nella struttura Gesap di mille metri quadrati, vanno avanti i controlli sui passeggeri in arrivo: dal primo novembre 2020 al 17 gennaio 2021 sono stati effettuati 29.414 tamponi e riscontrati 63 positivi. Dal primo gennaio 2021 al 14 aprile i tamponi sono stati 55.021, con 53 positivi. Adesso – conclude Scalia –  anche ai passeggeri in partenza sarà data l’opportunità di effettuare un test gratuito prima del decollo”.