Condividi:


9 maggio, la giornata nazionale dedicata alla memoria delle vittime del terrorismo

di Marco Innocenti

Istituita nel 2007, coincide con l'anniversario del ritrovamento del corpo di Aldo Moro, rapito e ucciso dalla Brigate Rosse nel 1978

Istituita nel 2007, la data scelta per la Giornata nazionale dedicata alla memoria delle vittime del terrorismo è quella del 9 maggio, anniversario del ritrovamento in via Caetani a Roma del corpo senza vita di Aldo Moro, già segretario e poi presidente della Democrazia Cristiana, sequestrato 55 giorni prima nel corso di un agguato in via Fani, agguato nel quale persero la vita i 5 agenti della scorta di Moro.

L'azione fu rivendicata dalle Brigate Rosse, che nel corso della prigionia interrogarono lo statista Dc, prima di farlo rannicchiare nel bagagliaio di una Renault 4 rossa, rubata giorni prima e colpirlo a morte con 12 colpi di arma da fuoco. L'auto fu poi fatta ritrovare in via Caetani, a due passi da piazza del Gesù, dove aveva sede la Dc, e da via delle Botteghe Oscure, dove invece aveva la propria sede il Pci.

Le celebrazioni sono iniziate con la deposizione, da parte del presidente della repubblica Sergio Mattarella, di una corona di fiori ai piedi della lapide posta in via Caetani, in ricordo di Aldo Moro. Anche il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, in una nota, ha voluto dedicare un pensiero alle vittime del terrorismo: "Il nostro pensiero è rivolto a chi ha dato la propria vita per difendere la democrazia e i nostri valori fondamentali - ha scritto Toti - che non dobbiamo mai dare per scontati. Un insegnamento prezioso soprattutto per le nuove generazioni. Oggi ricordiamo le vittime del terrorismo, nel giorno in cui ricorre l'anniversario dell'assassinio di Aldo Moro - ha concluso - Pagine buie della nostra storia che non bisogna mai dimenticare".