22 luglio: è la Giornata Mondiale dedicata al cervello

di Anna Li Vigni

Il tema di quest’anno è "Stop alla sclerosi multipla"

La Giornata mondiale del cervello 2021 offre l'opportunità di evidenziare l'urgente necessità di una diagnosi precoce e di sostenere l'accesso all'assistenza sanitaria, all'istruzione e alla ricerca e, soprattutto, l'accesso a trattamenti efficaci che possono ridurre sostanzialmente la disabilità.

La World Federation of Neurology (WFN) celebra la Giornata mondiale del cervello ogni 22 luglio, concentrandosi su un tema diverso ogni anno. Il tema di questa Giornata mondiale del cervello è "Stop alla sclerosi multipla" e la WFN sta lavorando insieme alla Federazione internazionale per la sclerosi multipla (MSIF), nonché con medici ed esperti affiliati con organizzazioni di difesa in Asia e Oceania, Europa, Africa, e le Americhe.

Molti programmi di sensibilizzazione pubblica e attività educative e sui social media stanno promuovendo il movimento per fermare la sclerosi multipla, a partire dal 22 luglio 2021 e fino a ottobre 2021.

La sclerosi multipla può manifestarsi a qualsiasi età, ma l'età media alla diagnosi è di 32 anni, un periodo in cui molte persone stanno pianificando di avere una famiglia e stanno costruendo una carriera. L'impatto della diagnosi sugli individui affetti e sulle loro famiglie può essere profondo.

Attualmente non esiste una cura per la sclerosi multipla, il che significa che le persone convivono con la malattia per molti decenni. Sono in uso efficaci trattamenti modificanti la malattia che possono ridurre sensibilmente gli effetti invalidanti, ma i costi precludono l'accesso a molte persone.