Zona bianca, Fedriga: "Decadono tutte le limitazioni: si può tornare a fare tutto"

di Marco Innocenti

E sulle vaccinazioni in vacanza: "Solo per vacanze lunghe come nel caso di uno studente fuori sede che torna a casa in estate"

Zona bianca, Fedriga: "Decadono tutte le limitazioni: si può tornare a fare tutto"

"Ieri abbiamo cercato di dare regole uniformi a livello nazionale per le zone bianche". Così Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle regioni, intervenuto a Rai Radio 1 sul tema delle prossime riaperture. "Stiamo cercando di favorire l'anticipazione delle date programmate per le settimane successive - ha aggiunto Fedriga - Di fatto si può cominciare a fare tutto".

"Con la zona bianca - ha proseguito Fedriga - vengono meno tutte le limitazioni che ci siamo dati in questo periodo ma non perché l'abbiamo deciso noi ma perché è previsto da decreto. Non c'è dubbio che in caso di recrudescenza della pandemia e di cambi di colore si ritorni a misure più restrittive" ricordando però come, oggi, siano cambiati i parametri per la valutazione del rischio, "non più legato all'Rt ma all'incidenza e all'occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva".

C'è poi il tema della vaccinazione in vacanza: "Di certo a oggi oggi non c'è nulla - ha spiegato Fedriga - Abbiamo dato alla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni la disposizione di fare valutazioni rispetto a due filoni principali: la vacanza più lunga, per chi torna ad esempio nel luogo di residenza, e in questo caso la vedo più fattibile, e quella più breve". Non abbiamo ancora determinato il tempo di una vacanza lunga perché dev'essere la Commissione a farlo, ma potrebbe essere ad esempio il caso di uno studente fuorisede che torna a casa in estate. Altro caso - ha concluso Fedriga - sono le vacanze più brevi. Se uno si sposta per una settimana o pochi giorni può programmare il giorno del richiamo affinché non coincida con i giorni di vacanza.