Condividi:


Zona arancione, risarcimenti a rilento. Appello dal Matitone: "Aspettate sms o e-mail"

di Fabio Canessa

Evase solo 100 richieste su 900, uffici assediati dagli abitanti. Ma la risposta arriverà per via telematica

Sarà un sms o una e-mail ad avvisare gli abitanti della zona arancione che hanno chiesto in massa (oltre 900) l'accesso ai risarcimenti previsti per gli interferiti dal cantiere di ponte Morandi. Ad annunciarlo è la struttura commissariale dopo l'assalto agli uffici del Matitone, dove tante persone hanno chiesto informazioni di persona o al telefono. L'avviso di avvenuto pagamento arriverà dunque per via telematica.

Circa un centinaio le istanze soddisfatte per i contributi una tantum che vanno dai 4 mila ai 20 mila euro, a seconda della vicinanza al cantiere. A rallentare i versamenti, spiega la struttura commissariale, è la complessità degli accertamenti, che a volte implicano controlli anche presso catasto e Agenzia Entrate e Riscossioni, o con gli stessi interessati. Ma anche il fatto che le operazioni avvengono su un conto speciale aperto presso la Banca d'Italia.

Per chi non avesse fornito mail o cellulare arriverà una normale telefonata. Nell'interesse dei cittadini la struttura chiede di attendere il messaggio di avvenuto pagamento nei modi indicati, evitando di telefonare o recarsi di persona presso gli uffici del Matitone. "In tal modo non si rallenterà il lavoro degli addetti e si assicurerà una maggiore velocità nelle delicate operazioni di controllo e conseguente bonifico", spiega la nota.