Condividi:


Zappacosta e Scamacca stendono il Bologna: il Genoa brinda alla salvezza

di Marco Innocenti

Al Dall'Ara finisce 2-0 per il Grifone che scaccia così i fantasmi di due stagioni vissute col fiato sospeso fino all'ultimo

E' una festa doppia al Dall'Ara, dove Bologna e Genoa brindano insieme alla salvezza matematica. Il Grifone lo fa conquistando il bottino pieno e con un orecchio alle notizie che arrivano da Bergamo dove il Benevento esce sconfitto e, a due giornate dalla fine, va a -8 dalla squadra di Ballardini.

A sbloccare il match ci pensa Zappacosta, ancora una volta migliore in campo, con un destro dal limite che sibila sotto l'incrocio dei pali, quasi una fotocopia di quanto fatto vedere domenica contro il Sassuolo. Il Bologna però non ci sta e prova a stringere d'assedio l'area del Grifone ma, a parte una collezione di calci d'angolo, non arriva molto altro.

Nella ripresa ci si aspetterebbe la reazione dei padroni di casa ma è ancora il Genoa a marcare il cartellino. Danilo, in area di rigore, si improvvisa giocatore di volley e anticipa Goldaniga toccando nettamente con un braccio. L'arbitro lo vede e assegna il penalty che Scamacca con freddezza trasforma.

E' il 2-0 che di fatto addormenta la gara. Da Bergamo arrivano notizie confortanti per entrambe le squadre e così il triplice fischio di Forneau scrive la parola fine sul campionato di Bologna e Genoa. Per quest'anno le pene del Grifone non dovranno arrivare fino all'ultimo secondo dell'ultima giornata. Contro Atalanta e Cagliari sarà solo passerella.