Vaccini Pfizer e AstraZeneca, Bassetti: "Efficaci contro tutte le varianti"

di Marco Innocenti

Il post su Facebook rilancia uno studio inglese: ecco le percentuali di protezione contro le varianti indiana e inglese

Vaccini Pfizer e AstraZeneca, Bassetti: "Efficaci contro tutte le varianti"
"I vaccini funzionano contro tutte le varianti. Nessuna esclusa". E' il messaggio rilanciato da Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova che, in un post su Facebook, commenta così i risultati di uno studio inglese sul comportamento dei vaccini AstraZeneca e Pfizer, due settimane dopo la seconda dose, nel fronteggiare le varianti indiana (la B.1.617.2) e inglese (la B.1.1.7). "Vaccinare più persone possibili è lo strumento migliore per combattere le varianti". la conclusione del post di Bassetti.

Ma veniamo ai risultati dello studio: condotto su un campione di 1.054 persone affette da variante indiana del virus, ha permesso di rilevare che il vaccino messo a punto da Pfizer, dopo due settimane dalla somministrazione, ha un'efficacia dell'88% contro la malattia sintomatica, a fronte di un'efficacia del 93% rilevata contro la variante inglese. Per quel che riguarda il vaccino AstraZeneca, invece, è stata registrata un'efficacia del 60% contro la variante indiana a fronte di un 66% contro quella inglese. Entrambi i vaccini, poi, si sono dimostrati efficaci al 33% contro la malattia sintomatica della variante indiana e al 50% di quella inglese, dopo 3 settimane dalla somministrazione della prima dose.