Condividi:


Tortorelli a Fuori Rotta: “Chiediamo la chiusura di Alisa e le dimissioni del suo commissario”

di Antonella Ginocchio

Le dichiarazioni a nome del”Manifesto della sanità locale”,lanciato alla Spezia

“Chiediamo la chiusura di Alisa e le dimissioni del commissario straordinario, perché il modello di sanità impostato, anche in questa emergenza coronavirus, non si è dimostrato efficace”. Lo ha detto a Fuori Rotta Rino Tortorelli, vicepresidente regionale di Cittadinanza Attiva, l’organismo che ha aderito al “Manifesto della Sanità locale”, una sorta di decalogo e di “cartello” , apolitico , di associazioni e di privati che contestano l’attuale gestione sanitaria ligure. “Siamo ben lontani dal modello Veneto, che ha ottenuto ottimi risultati, grazie alla efficiente rete territoriale”, ha detto Tortorelli, spiegando che la Liguria, a suo avviso, si è rivelata inefficace, anche per il numero di tamponi effettuati, troppo basso rispetto alla popolazione, rivelandosi una sorta di fanalino di coda delle Regioni del nord. Per Tor torelli da criticare anche la mancata informazione ai cittadini. “Oggi le persone “hanno difficoltà a capire a chi devono rivolgersi, cosa devono fare, in caso di sospetta malattia. Questo non è accettabile”.

Il manifesto per la sanità locale critica aspramente la mancanza o la mancata pubblicizzazione di un piano per gestire l’emergenza e la fase immediatamente successiva.

 

Condividi: