Condividi:


Spezia, Msc e Contship: "Partnership salda e stabile: il piano di sviluppo per Lsct prosegue"

di Redazione

"Gli azionisti sono uniti e condividono l'impegno nella joint venture. Preoccupati per le dichiarazioni attribuite a Di Sarcina"

"Profonda preoccupazione" è quanto esprime il consiglio di amministrazione del terminal Lsct della Spezia per "le recenti dichiarazioni attribuite al commissario straordinario dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale" Francesco Di Sarcina. In una nota La Spezia Container Terminal, a nome degli azionisti Contship e Marinvest, interviene dopo le esternazioni di Di Sarcina sugli investimenti attesi e fino ad oggi mancati. E sui "rumors" circa attriti all'interno del terminal stesso.

"Entrambi gli azionisti sono uniti - si legge nel comunicato - e condividono il loro impegno nella joint venture che ha trasformato, in questi anni, il terminal in uno dei gateway più efficienti e moderni del Sud Europa. Questa partnership continua ad essere salda e stabile. Il consiglio di amministrazione conferma anche che il piano di sviluppo per Lsct prosegue e sarà realizzato riflettendo gli obiettivi ambiziosi definiti per i prossimi quattro anni".

Nel comunicato, il consiglio auspica che "queste voci anonime e infondate, relative ad un ipotetico cambiamento della struttura azionaria di Lsct, cessino definitivamente. Il terminal della Spezia, così come molti altri terminal, si prepara ad affrontare molte sfide, nel 2021 e negli anni successivi. Siamo oggi a testimoniare una cooperazione tra gli azionisti volta a ottenere un chiaro obiettivo: crescere e continuare a raccogliere nuovi successi".