Scuole Liguria, l'ordine dei medici: "Posticipare di 10 giorni la riapertura sarebbe cruciale"

di Redazione

FROMCeO chiede di applicare il buonsenso: "La tutela della salute pubblica impone un’attenta e ponderata riflessione"

È iniziato il conto alla rovescia in vista della riapertura delle scuole in Liguria. Su questo argomento è interbenuta anche la Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Liguria, chiedendo esplicitamente di applicare il buonsenso: "Da giorni si discute circa tempistiche e modalità con cui potranno riaprire le scuole sede di voto. In Liguria, allo stato attuale, è prevista – come da direttiva ministeriale – una temporanea riapertura per il 14 settembre, con successiva chiusura il 18 settembre per predisporre i seggi elettorali. Se da un lato ben si comprende l’esigenza delle famiglie e degli alunni di poter riprendere – quanto prima – una vita pressoché normale, la tutela della salute pubblica impone un’attenta e ponderata riflessione circa l’opportunità, o meno, di questa breve riapertura."

"Al di là di una moltiplicazione delle sanificazioni, laddove Regione Liguria non si orientasse diversamente (si ricorda, a questo proposito, che in un numero crescente di regioni si sta posticipando la riapertura delle scuole al 24 settembre), si dovrebbe trovare tutta una serie di soluzioni a problematiche operative che, ancora oggi, sono lontane dall’essere risolte (si pensi al potenziamento dei trasporti pubblici, ai rilevatori di temperatura, alla tempestività dei tamponi per i casi sospetti, alla sede ove essi potranno essere praticati, alla gestione della quarantena delle famiglie, etc.) e per le quali gli ordini hanno fornito il proprio punto di vista. Ebbene, in quest’ottica, 10 giorni in più possono divenire cruciali per una buona organizzazione della ripresa scolastica in Liguria, nel rispetto dei “paletti” imposti dalle linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità. Tra l’altro, in quei 10 giorni quelli effettivi di lezioni scolastiche non sarebbero più di 3 o 4."

"A tal fine, si auspica che – a breve – le figure istituzionali a ciò preposte (Regione Liguria, ANCI, Prefettura e Provveditorato agli Studi) assumano una decisione definitiva" – affermano Alessandro Bonsignore per OMCeOGE, Francesco Alberti per OMCeOIM, Salvatore Barbagallo per OMCeOSP e Luca Corti per OMCeOSV."

L'intervista ad Alessandro Bonsignore, presidente della Fromceo, federazione regionale ordini dei medici della Liguria.