Condividi:


Sanremo, tamponi a tappeto fuori dall'Ariston: "Oltre 400 al giorno"

di Alessandro Bacci

Ecco come funziona la macchina organizzativa del festival. Il medico Ferlito: "Si sta gestendo la situazione nel miglior modo possibile"

Prosegue senza sosta il lavoro della macchina di sicurezza all'Ariston di Sanremo. Il festival è ormai alla fase finale e i problemi legati al covid sembrano circoscritti. Fuori dall'Ariston vengono effettuati tamponi di continuo per tenere il virus lontano dal teatro: "Scaramanticamente si sta gestendo la situazione nel miglior modo possibile, continuiamo a fare i tamponi - afferma Stefano Ferlito il direttore sanitario del 118  - Questa mattina al casinò, mattina e pomeriggio anche qui in piazza Boradolmo, è un lavoro importante. Stiamo ovviamente facendo i tamponi a tutti gli artisti a domicilio, onde evitare che si verifichino assembramenti degli artisti qui in zona, che sarebbero motivo di assembramento. Quindi la situazione lavorativa è importante e andiamo avanti con fatica ed è un Festival diverso, completamente inaspettato, anche in questa gestione che è nuova per tutti noi. Sicuramente dal punto di vista umano è una situazione molto delicata anche perchè il tampone è sempre una manovra invasiva, di gestione che devi avere nel momento in cui effetti una manovra invasiva in una persona, in un paziente e poi l'attesa del referto, che è vero che nella quotidianità possiamo avere molti pazienti positivi asintomatici, quindi l'attesa del referto viene sempre vissuta comunque sia con un po' d'ansia e anche questa va gestita nel migliore dei modi."

"Durante questa settimana i numeri sono più che raddoppiati, quindi siamo oltre le 400 al giorno, il numero delle persone è aumentato, per avere dei numeri più precisi dovremo aspettare la fine del Festival però il sistema ha messo in campo con Rai e Asl Imperiese al momento sta reggendo molto bene."