Sampdoria, D'Aversa: "Siamo ancora in mare aperto, barra dritta per dare continuità"

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Dobbiamo riportare entusiasmo attraverso risultati per dare un motivo al pubblico di ritornare allo stadio. Il Verona ha numeri importanti"

Viglia di Serie A per la Sampdoria che domani affronterà il Verona al Ferraris. I blucerchiati dopo la vittoria con la salernitana sono alla ricerca di continuità di risultati, un fattore mancato fino a questo momento in stagione. Roberto D'Aversa, in conferenza stampa, è partito proprio da questo aspetto: "A Salerno è un risultato importante e non scontato ma io mi sento ancora in mare aperto. Sappiamo il percorso che dobbiamo fare, tenere la barra dritta e dare continuità al risultato di Salerno sapendo che avremo una gara difficile. Il Verona ha numeri importanti e a novembre stanno dimostrando di essere la squadra più in condizione psico-fisico. Noi dobbiamo ragionare sul nostro percorso, dando entusiasmo e positività attraverso risultati".

La Samp al momento ha trovato una sola vittoria al Ferraris: "Dobbiamo riportare entusiasmo attraverso risultati per dare un motivo al pubblico di ritornare allo stadio. L’ho già detto, è importante ma noi dobbiamo ragionare su quello che c'è da fare nelle due fasi della partita e sapere cosa c'è da fare per ottenere un risultato positivo".

Sulla situazione infortunati: "Non faranno parte dei convocati Vieira, Damsgaard, Torregrossa e Depaoli. Gli altri sono a disposizione. Gabbiadini sta lavorando bene, valuteremo". Torregrossa? Mi auguro recuperi il più veloce possibile perchè ha caratteristiche diverse rispetto agli altri attaccanti. Sta pagando l'infortunio della prima di Coppa Italia. Lavoriamo affinché possa rientrare al più presto. Vieira? "Mi auguro che la prossima settimana possa inserirsi con noi. Ora però ragioniamo su chi abbiamo a disposizione domani per portare a casa il risultato pieno".

La cause delle sventure della Samp può essere imputata ai pochi uomini in attacco? "Questo sicuramente ha influito molto sulla squadra: abbiamo avuto infortuni che hanno colpito un reparto. Non ci siamo creati alibi ma credo anche che, nonostante le assenze abbiamo fatto buone prestazioni. Nelle difficoltà la prestazione c’è sempre quasi stata. Siamo ritornati alla vittoria, abbiamo sempre lavorato con l’entusiasmo giusto. Non euforia, sia chiaro".