Riva Trigoso, varo tecnico per il nuovo pattugliatore d'altura di Fincantieri

di Edoardo Cozza

Sarà in dotazione alla Marina Militare, ed è il primo equipaggiato con il massimo della capacità di difesa e con gruppi elettrogeni della Isotta Fraschini

Riva Trigoso, varo tecnico per il nuovo pattugliatore d'altura di Fincantieri

Si è svolto allo stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso (Genova) il varo tecnico, a porte chiuse, del quarto Pattugliatore Polivalente d'Altura (Ppa), "Giovanni delle Bande Nere". Questo, che sarà consegnato nel 2024, è il primo in versione "completa", spiega una nota dell'azienda, "ovvero equipaggiato con il massimo della capacità di difesa, nonché il primo della serie a montare i gruppi elettrogeni di Isotta Fraschini Motori, controllata di Fincantieri specializzata nella produzione di motori diesel".

L'unità rientra nel piano di rinnovamento delle linee operative delle unità navali della Marina Militare, deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato nel maggio 2015 sotto l'egida dell'Occar (Organizzazione per la cooperazione congiunta in materia di armamenti).

E’stato un onore per me leggere il discorso in rappresentanza della RSU del cantiere che è  stato apprezzato anche dall’Ammiraglio e Direttore  OCCAR Matteo Bisceglia e dal Direttore delle  navi militari presente al varo - spiega Davide Grino, RSU Fim Cisl della Fincantieri a Riva Trigoso - Il cantiere  integrato Riva Trigoso-Muggiano ha tantissimo lavoro, sono ormai 5-6 anni che abbiamo lavorato con la legge navale e per le unità destinate al Qatar e le navi per l’Indonesia”.